Linda di Chamounix

LINDA DI CHAMOUNIX

 

Melodramma in tre atti

di

Gaetano Rossi

 

 

EDIZIONE CRITICA

 

a cura di

Gabriele Dotto

 

 

Edizione Nazionale delle Opere di Gaetano Donizetti

 

2006 CASA RICORDI – BMG RICORDI S.p.A. – Milano

FONDAZIONE DONIZETTI – Bergamo

 

 

CONTENUTO della Partitura

Volume primo

Prefazione

Ringraziamenti

Introduzione storica

Facsimili

Sigle delle fonti principali

Organico

Personaggi

Indice dei numeri

Linda di Chamounix

Atto primo

 

Volume secondo

Linda di Chamounix

Atto secondo

Atto terzo

Appendice 1 (Originale Romanza per Carlo nel N. 8)

Appendice 2 (Vienna 1842:

2a Proseguimento della Scena prima della Ballata nei nn. 2 e 2½

2b Recitativo dopo il N. 7

2c Larghetto prima della Cabaletta nel N. 10

Appendice 3 (Parigi 1842: Brano sostitutivo per il Prefetto nel N. 12)

Appendice 4 (Strumentazione coeva, 1843/44, per la banda nel N. 10)

Fonti

Commento Critico

 

 

FONTI UTILIZZATE

– Fonti musicali autografe: Partitura autografa, Milano, Archivio Storico Ricordi alla Biblioteca Braidense, ms Rari C4-06/07/08; Paris, Biliothèque Nationale de France, tre documenti musicali autografi; Riduzione per canto e pianoforte autografa, Paris, Biliothèque Nationale de France (Collezione Malherbe), ms 4071.(1); Partitura autografa, Biliothèque Nationale de France (Collezione Malherbe), ms 4071.(2); Biliothèque Nationale de France (Collezione Malherbe), ms 4071.(3)

 

– Altre fonti musicali manoscritte: Milano, Biblioteca del Conservatorio “G. Verdi”, [Part.Tr.Ms 106]; Napoli, Conservatorio di musica “S. Pietro a Majella”, [part. ms. 26.5.17,18,19; olim Rari 13.4.3 a 5]; Wien, Österreichische Nationalbibliothek [OA 350]; Stockholm, Kungliga Teaterns Musikalie-Samling, [Operor L4]

 

– Partitura parziale:  Raccolta privata di Reiner W. Lenk, estratto di partitura completa per «O luce di quest’anima»

 

– Fonti musicali a stampa: Milano, Ricordi, riduzione per canto e pianoforte (1842); Pezzi staccati, Paris, Schonenberger (1842); Milano, Ricordi, riduzione per canto e painoforte di «O luce di quest’anima» (1842); Milano, Ricordi, Riduzione per canto e pianoforte di «Cari luoghi» (1842); Paris, Schonenberger, Riduzione per canto e pianoforte (1844)

 

– Materiale d’esecuzione a stampa: Paris, Schonenberger, materiale d’esecuzione (1843); Milano, Ricordi, materiale d’esecuzione (1843)

 

– Libretto manoscritto: Wien, Österreichische Nationalbibliothek (S.m. 32089)

 

– Libretti a stampa: Wien, Ferdinando Ullrich (1842); Paris, Lévy (1842); Torino, Fratelli Favale (1842); Napoli, Tipografia Flautina (1843); Venezia, Giuseppe Molinari (1842); Milano, Gaspare Truffi (1844); Milano, Ricordi (1847)

 

 

Mentre la partitura autografa di Donizetti (A) è servita da fonte principale per la maggior parte dell’edizione critica, numerose altre fonti, autografe e non, sono state fondamentali per arrivare a una completa ricostruzione dell’opera. […] La documentazione pervenutaci indicherebbe che ci furono tre ‘versioni’ dell’opera […]. Dopo aver valutato e raffrontato le fonti per Linda, abbiamo scelto per l’edizione critica una struttura-base che rispecchi abbastanza fedelmente la versione di Vienna 1843 […]. Tuttavia, l’edizione critica offre agli esecutori  la possibilità di riprodurre le altre versioni e di ricuperare i passi che appaiono tagliati in A ma che, come viene discusso nelle Note, possono essere stati effettivamente eseguiti nelle prime rappresentazioni (dall’Introduzione storica).

 

 

Le convenienze ed inconvenienze teatrali
Edizione Nazionale
Maria di Rohan
Edizione Nazionale